Il Giappone come motivazione per un mondo migliore

heart of the orient soleqigong

In Australia moltissimi preadolescenti si tolgono la vita di fronte alle prime difficoltà della vita.

In Giappone molti preadolescenti si tolgono la vita perché non vogliono disonorare la famiglia per via di un brutto voto.

 

In Italia spesso i genitori accompagnano il proprio figlio a scuola nonostante la distanza non sia proibitiva.

In Giappone i bambini devono fare assieme il tragitto verso scuola e senza essere accompagnati, per diventare poco per volta autonomi e sicuri di sé.

 

In USA e Australia gli eroi degli adolescenti sono i campioni di calcio/football e le loro gesta in campo. E sulle confezioni dei cereali trovi il corpo esemplare di un bodybuilder.

In Giappone gli eroi degli adolescenti sono i loro Sensei, affidatigli dai propri genitori come supporto al loro ruolo educativo. E sui cereali trovi i pupazzi dei cartoni animati.

 

In Italia se rimproveri un tuo alunno ti becchi un dito medio e il suo sguardo di sfida. E i genitori ti aspettano fuori.

In Giappone se rimproveri un tuo alunno ti becchi il suo silenzio e il suo sguardo basso. E i genitori lo aspettano fuori.

In Italia spesso per fare felice una ragazza (non tutte, sia chiaro!) devi superare una serie di requisiti che al confronto la torre di Mortal Kombat in modalità “expert” si fa tranquillamente a occhi chiusi.

In Giappone sei felice con una ragazza se vinci un pupazzo al ragno degli arcade e le offri un gelato al parco.

 

In Australia spesso vengo servito da commesse che consumano tranquillamente un gelato o la loro bibita.

In Giappone non è permesso bere in pubblico durante le ore di lavoro. In alcuni quartieri non è nemmeno permesso mangiare un panino per strada.

 

In Occidente il commesso del distributore di benzina ti fa il pieno, paghi e te ne vai.

In Giappone il commesso ti eroga l’equivalente di 10 euro di benzina, si inchina, il suo collega ti blocca il traffico e quando ti allontani il suo inchino si perde nello specchietto retrovisore.

 

In Australia le ragazze in spiaggia si spruzzano sul corpo ormai nudo una sostanza per enfatizzare ulteriormente l’abbronzatura.

In Giappone in spiaggia si va col solo obiettivo di godersi il sole, e il costume da bagno non è mai estremo.

 

In Italia ho perso il conto di quante figure politiche e/o parlamentari ci sono attualmente.

In Giappone passeggiavo per strada durante una campagna elettorale e solo due erano i volti dei candidati nei loro rispettivi manifesti. Il giorno dopo l’elezione, le automobili del partito vincente giravano per il quartiere salutando i cittadini e ringraziandoli per il loro supporto.

 

In Occidente si lavora di fretta: bisogna consegnare il lavoro e generare profitto.

In Giappone, soprattutto al nord, capita di correre molto. Ma il lavoro si consegna solo quando è perfetto, poichè l’obiettivo principale non è il profitto ma la perfezione e la cura del medesimo. Proprio come contemplato nei canoni dei Samurai.

 

In Australia nei negozi vedo spesso ragazzi e ragazze entrare in costume da bagno, spesso ancora bagnati.

In Giappone è irrispettoso per gli uomini perfino camminare a dorso nudo per strada.

 

Nel resto del mondo la Nintendo viene odiata perché produce giochi stupidi per bambini. Tutti preferiscono ammazzare la gente o gli zombi. Perché è da grandi.

In Giappone Nintendo domina il mercato, e i giochi che produce piacciono ai bambini proprio in quanto tali, proporzionati all’utenza cui sono destinati. Io ci gioco ancora e ho 33 anni. E ne vado fiero.

 

In Australia sono il primo ad aver lanciato la moda di non avere un tatuaggio.

In Giappone non è permesso l’ingresso nei bagni termali a chiunque ne ostenti uno e in strada non sei visto bene.

 

Negli USA e in Australia capita spesso che alle bambine arrivi il ciclo a 8 anni a causa dell’alimentazione troppo ricca di vitamine e altre sostanze.

In Giappone l’alimentazione è sana. Sempre. E ai bambini viene dato l’Onigiri di riso per merenda.

 

In Australia, se una festività cade di sabato o di domenica e si è già a casa dal lavoro, la si “recupera” stando a casa il lunedì.

In Giappone se una festa cade di domenica, la festeggi la domenica. Poiché il lunedì è un altro giorno.

 

In Occidente il pedaggio dell’autostrada si paga in contanti in proporzione alla tratta effettuata.

In Giappone arrivi alla fine dell’autostrada, e la scelta di pagare il pedaggio in base al distretto di provenienza spetta a te. Anzi, alla tua onestà.

 

Al giorno d’oggi le arti marziali sono valide quanto più danni arrecano, e se coinvolgono gabbie e lotte insensate.

In Giappone e in Cina l’Arte Marziale è Arte poiché Arte è in primis sinonimo di disciplina, rispetto, e calma interiore.

–Questa per me è l’Arte Marziale

 

Non esiste il paese perfetto. Neppure il Giappone lo è. E nemmeno vanno dimenticati alcuni episodi spiacevoli di cui esso si è macchiato nel corso della storia. come del resto tutti i paese. Ma come sarà il futuro di queste diverse realtà, Oriente e Occidente, applicando i rispettivi canoni di vita? In questa società in declino, il Giappone inconsapevolmente affascina e motiva il mio Cuore.

Un Cuore d’Oriente.

 

Fabio Z. 威雄严 Wei Xiong Yan

About the author: fabio